29°RADUNO DELLA COMUNITA' DI NERESINE
QUARTO D'ALTINO (VE) - 17 novembre 2019

Il resoconto:

Al pranzo eravamo in 61. Il giorno precedente sette persone avevano dato forfait per le previsioni meteo non favorevoli. La sala da pranzo, come avevamo annunciato precedentemente, poteva contenere al massimo 65 posti a sedere! Tra l’altro per far posto a più persone, Marco Bracco e Flavio Asta avevano…invitato parte delle proprie famiglie (figli con famiglia) per un totale di 9 persone a non intervenire al pranzo per concedere il posto a sedere ad altri. Quindi quest’anno saremmo stati in 76!
Diciamolo: in controtendenza con i raduni di altre comunità che lamentano vistosi cali di partecipazione. Un motivo, almeno lo crediamo, ci dovrà pur essere. Senza trionfalismi fuori luogo pensiamo che impegno, collaborazione e spassionata dedizione alla nostra causa, ci permettono di raggiungere questi positivi risultati.
La giornata, dal punto di vista meteorologico, non è stata certamente propizia, infatti è stata caratterizzata da pioggia, anche intensa, soprattutto nella prima parte della mattinata. Se non bastasse, quando gli organizzatori sono saliti nel salone del Centro Servizi del Comune un’ora prima del ritrovo dei radunisti, hanno trovato il riscaldamento non in funzione. Spasmodica telefonata al numero verde e invito perentorio al tecnico perché intervenisse, cosa poi fortunatamente avvenuta con il ripristino della caldaia andata in blocco. La vice sindaco del Comune di Quarto D’Altino sig.ra Cristina Baldoni intervenuta all’assemblea si è scusata per il disguido.
La Santa Messa iniziata con qualche minuto di ritardo sull’orario previsto in quanto l’affluenza dei radunisti, causa il maltempo, ritardava un po’, è stata celebrata dal nostro amico e assistente spirituale Don Paolo Bellio, il medesimo che l’anno scorso ci aveva ospitato nella sua parrocchia a Venezia in occasione del nostro speciale raduno che aveva visto la partecipazione della Comunità italiana di Lussino e del suo coro. Terminata la S. Messa Don Paolo ha benedetto e consegnato a tutti i presenti le candele della Festa della Madonna della Salute, Patrona di Neresine che si sarebbe celebrata da li a quattro giorni, sia a Venezia che a Neresine. A tal fine, come è ormai consuetudine, parte delle candele vengono donate alla Parrocchia di Neresine che il Parroco locale consegnerà ai fedeli in occasione della loro tradizionale processione del 21 novembre.
Subito dopo Don Paolo ha recitato una preghiera in ricordo di tutti i defunti, tra questi comprendendo i 27 militari italiani esumati a Ossero e tumulati con tuti gli onori del caso, quattro giorni prima, mercoledì 17 novembre, a Bari presso il Sacrario Militare dei Caduti d’Oltremare. Grande è stata l’emozione dei presenti alla non annunciata (si voleva fare una sorpresa è tale è risultata) della proiezione su un grande schermo presente nella sala, di un breve servizio televisivo realizzato da una emittente pugliese relativo alla cerimonia di tumulazione. Dopo il filmato (anche qui l’emozione è stata tanta ed… evidente) il potente impianto stereo presente anch’esso nella sala, diffondeva le note dell’inno di Mameli, nel contempo un altro filmato trasmetteva sullo schermo l’immagine in movimento di un tricolore che garriva al vento. Ripresisi tutti dall’emozione, in brevissimo tempo si disfaceva l’altare e si disponevano i tavoli e le sedie per lo svolgimento dell’assemblea.
Veniva eletto per acclamazione presidente della medesima l’avv. Fabio Giachin che una volta insediatosi dava inizio ai lavori (nel prossimo numero del Foglio NERESINE, il n° 39 di febbraio 2020 sarà riportato il testo completo del verbale dell’assemblea). Nel corso della medesima veniva consegnato a Don Paolo la seconda edizione del Premio “Amico dei neresinotti” per l’anno in corso. Don Paolo felicemente sorpreso ha ringraziato sentitamente. Da citare l’interessantissima conferenza tenuta dalla Dott.ssa Donatella Oneto, giudice del Tribunale di Pavia e di famiglia con origini neresinotte (il nonno Giovanni Menesini è stato l’ultimo podestà di Neresine italiana) dal titolo: “Beni nazionalizzati agli optanti: L’Unione europea riconosce la discriminazione” che alla fine è stata salutata da un fragoroso applauso.
Il pranzo all’agriturismo “la vigna” è stato, come le due volte precedenti (nel 2015 e nel 2017) all’altezza di quanto declamato in anticipo dagli organizzatori. Si è mangiato bene, nulla da eccepire, rimane la questione dei posti disponibili, al massimo come detto 65 e noi, come evidenziato in precedenza, avremmo superato di molto questo numero. Perché ci siamo tornati? Negli ultimi 4/5 anni il numero dei partecipanti sembrava essersi assestato intorno alla sessantina di persone per cui la scelta dell’agriturismo con la sua limitata disponibilità poteva andare bene. Ora non più. Cercheremo un’altra soluzione.
Nell’intervallo tra una portata e l’altra sono stati omaggiati con due acquerelli dell’artista albanese Ilir Avrami (contattato da Massimo Affatati) aventi per soggetto dei paesaggi lagunari veneziani, la dott.ssa Donatella Oneto e l’assessore del Comune di Venezia dott. Renato Boraso, che hanno sentitamente ringraziato gli organizzatori e rivolto ai commensali un breve ma sentito saluto. Il dott. Boraso ha anche portato i saluti del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.
Prima di alzarsi da tavola il proprietario dell’agriturismo, sig. Paolo, ha fatto presente che in cucina erano restati molti componenti della squisita maxi grigliata precedentemente servita: costicine di maiale, pollo e salsicce (tutto di propria produzione e allevamento) ed invitava, dopo aver preparato varie confezioni, a portarsele a casa. L’invito è stato ben raccolto. All’uscita un bel tramonto sulla campagna veneta ha accolto i partecipanti che dopo saluti ed abbracci si sono “imbarcati” sulle proprie automobili per il ritorno a casa.

Le foto

La S. Messa celebrata da Don Paolo Bellio





Marco Bracco annuncia la proiezione del filmato


Il filmato viene proiettato


Don Paolo Recita la preghiera in ricordo di tutti i defunti


Le bandiere


La distribuzione delle candele


L'angolo "neresinotto"


Il vice-sindaco di Quarto d'Altino sig.ra Cristina Baldoni con il dott. Alessandro Cuk vice-presidente nazionale dell'ANVGD


L'avv. Flavio Giachin eletto presidente dell'assemblea apre i lavori


l'intervento di Marco Bracco presidente della Comunità di Neresine


La vice-sindaco Sig.Cristina Baldoni porta i saluti del sindaco e della giunta comunale di Quarto D'Altino


I pannelli con le foto del recupero e della tumulazione dei soldati trucidati ad Ossero nel 1945




Il saluto all'assemblea del dott. Alessandro Cuk vice-presidente dell'ANVGD


Viene consegnato a Don Paolo il Premio "Amico dei neresinotti" per l'anno in corso


Don Paolo ringrazia gli organizzatori ed i presenti in sala

L'intervento del segretario responsabile Flavio Asta


La dott.sa Donatella Oneto svolge la sua relazione


Il pranzo
























Un omaggio artistico consegnato alla dott.ssa Donatella Oneto


e al dott. Renato Boraso


Il dott. Boraso ricambia omaggiando il presidente Marco Bracco



Flavio ASTA
segretario responsabile e Webmaster del sito

il nostro logo   E-mail: astaf@libero.it

Via Torcello, 7 - 30175 - VE-Marghera - Italia - Tel. 041 935767 - cell. 335 6528423






torna su